Questo sito utilizza i cookies per le proprie funzionalità. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookies.Ho Capito! Autorizza e Continua! Se vuoi saperne di più clicca qui.

ATTENZIONE! La tua versione di Microsoft Internet Explorer è obsoleta e potrebbe compromettere la tua corretta navigazione. Aggiornala adesso!
SPONSOR
olimpia scapin Casse rurali Trevalli ski Action integratori APT Trentino WD40 Val di Fassa Dolomiti Ski area Lusia Dolomia Bike 4 fun Predazzo
CIRCUITI
MTB Marathon Scapin MTB CUP
SOSTENITORI
Artigiani associati Calzature Jellici Hotel Faloria Hotel Laresh Felicetti Ladin Sport northwave --> Scuola SCI Livio Sport Mehodo Le formiche di Vettori Hotel CiamPian Bar Faloria STE costruzuini Pastificio Felicetti Bonora Ortofrutta
FOTO GARA:
Le Foto della tua Val di Fassa Bike su fotocastagoli.net
0547-680068
fotocastagnoli@libero.it
Foto Castagnoli

LA VAL DI FASSA BIKE TORNA A PARLARE ITALIANO

VINCONO TONY LONGO E MARIA CRISTINA NISI

Moena (TN), 11 settembre 2016 – La 9° Val di Fassa Bike sorride a Tony Longo (Wilier Force) e Maria Cristina Nisi (Bike Garage). I due italiani si impongono in una edizione ricchissima di atleti di alto livello dimostrando tutto il loro valore con grinta e determinazione sul nuovo percorso di 48 km con partenza e arrivo in centro a Moena, in Val di Fassa.

podio maschile fassa bike 2016 La gara maschile è stata letteralmente dominata da Tony Longo, in testa dall’inizio alla fine davanti ai colombiani Leonardo Paez (Olympia Polimedical) e Diego Alfonso Arias Cuervo (Reparto Sport -Lee Cougan). Il vice campione italiano ha preso subito il comando lasciando il vuoto dietro di sé già a metà della salita dell' Alpe Lusia. A circa 8 km dal traguardo Paez e Cuervo hanno iniziato ad accorciare le distanze e ridurre a pochi secondi il distacco da Longo. Il portacolori della Wilier Force, però, non si è fatto intimorire accelerando ulteriormente e annullando così ogni sforzo dei due inseguitori fino a cogliere la sua prima vittoria alla Val di Fassa Bike.

“Sono felicissimo, ho fatto gara dura fin dall’inizio, poi, quando mi sono trovato solo sul Lusia ho cercato di restare concentrato, tenere il mio passo e amministrare bene le forze" ha detto Longo. "Sapevo che il finale sarebbe stato molto impegnativo, e quando Paez mi ha agganciato all’inizio dell’ultima salita ho tenuto duro, sono riuscito a staccarlo in discesa e arrivare davanti a lui. Una grandissima soddisfazione visto che tenevo particolarmente a questa gara che si svolge nel mio Trentino, non lontano da casa, e oggi è il giorno del mio compleanno!”.

Ottima prova anche per Maria Cristina Nisi, che nonostante una piccola frattura alle costole, riesce ad avere la meglio su tutte le fortissime avversarie, tra cui Sally Bigham (Topeak Ergon Racing). Per lei secondo successo consecutivo dopo la vittoria della scorsa settimana alla 3EPIC MTB Marathon. Alle sue spalle Mara Fumagalli (KTM Protek Dama) ed Elena Gaddoni (Baracca Lugo Mtb).

“Sono partita subito forte superando per prima il Lusia” ha affermato la Nisi. “In discesa ho avuto paura di farmi ancora male e sono stata ripresa prima da Sally Bigham e poi da Mara Fumagalli. Non mi sono data per vinta, stavo sempre dietro e quando Sally ha forato a circa 2 km dallo scollinamento dell’ultima salita mi sono detta adesso devo dare tutto e... ho vinto!” podio femminile fassa bike 2016

Nel tratto cronometrato enduro downhill i più veloci sono risultati Martino Fruet (Carraro) e Mara Fumagalli (KTM Protek Dama).

“È stata una giornata perfetta, sotto ogni punto di vista. Le condizioni meteo hanno permesso agli atleti di fare tranquillamente la loro corsa e il nuovo percorso è stato molto apprezzato, tanto che lo riproporremo anche il prossimo anno” ha commentato infine il direttore tecnico Gianfranco Degiampietro.

Guarda tutte le CLASSIFICHE

Val di Fassa events Comune di Moena Comune di Soraga Comune di Vigo Comune di Pozza Bim Adige trentino marketing Regione Trentino Alto Adige Soccorso Alpino Scuola di Finanaza Predazzo Gruppo Alpini Moena Polizia Moena Polizia Moena Protezione Civile Croce Rossa Italiana